Carta dei servizi e standard di qualità

Con l’entrata in vigore del Decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013, tutte le pubbliche amministrazioni devono rendere ancora più trasparente la loro attività.

Le pagine ed i contenuti sono in continuo aggiornamento e vengono implementate man mano che i dati, le informazioni e i documenti vengono trasferiti dalle varie strutture.

I servizi erogati dall’Agenzia non possono qualificarsi come servizi pubblici soggetti all’adozione della carta dei servizi e degli altri adempimenti correlati, con riferimento a quanto indicato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con la direttiva del 27 gennaio 1994, in base alla quale “sono considerati servizi pubblici quelli volti a garantire il godimento dei diritti della persona, costituzionalmente tutelati, alla salute, all’assistenza e previdenza sociale, all’istruzione e alla libertà di comunicazione, alla libertà e alla sicurezza della persona, alla libertà di circolazione, ai sensi dell’art. 1 della L. 12 giugno 1990, n. 146, e quelli di erogazione di energia elettrica, acqua e gas”.