Amatriciana STG, al via la certificazione

26/05/2020 - 

Il Mipaaf, con decreto ministeriale, ha riconosciuto il piano dei controlli sull’Amatriciana STG, presentato da un organismo autorizzato, dando materialmente il via all’immissione sul mercato della specialità.  

Il Mipaaf con il DM n. 6528 del 21.05.2020 ha approvato il piano dei controlli per l’Amatriciana Tradizionale STG, presentato da un organismo autorizzato: condizione indispensabile per l’immissione sul mercato e la produzione di una specialità tutelata da un marchio comunitario di origine.

A partire dalla pubblicazione del decreto, ristoratori e produttori agroalimentari che intendono immettere sul mercato un’Amatriciana STG, devono rivolgersi all’organismo di controllo (vai alla pagina), che entro 15 giorni effettuerà una visita ispettiva, finalizzata all’ottenimento di un certificato di conformità e all’iscrizione dell’operatore nella filiera della STG Amatriciana Tradizionale.  

Condizioni indispensabili per l’iscrizione e la permanenza dell’operatore nella filiera dell’Amatriciana STG, sono: il rispetto dei requisiti previsti dal disciplinare di produzione, la conformità alle normative vigenti in materia e la persistenza di tutte quelle condizioni che hanno determinato all’azienda il riconoscimento di produttore certificato di Amatriciana STG.

Una volta ottenuto il certificato di conformità, i soggetti inseriti nella filiera, sono tenuti a comunicare tempestivamente ogni modifica aziendale, strutturale e societaria, ma anche le quantità di Amatriciana STG prodotta a cadenza trimestrale. 

Vedi anche

Amatriciana Tradizionale STG, finalmente il riconoscimento UE

Allegati

DM Mipaaf 6528 del 21.05.2020
Amatriciana Tradizionale STG – Piano dei controlli